Viale Ghirotti, 286 Cesena (FC)
Apri la Mappa

Patologia Renale Cistica

Rene policistico

La malattia renale policistica è bilaterale e viene trasmessa geneticamente. La forma del neonato ha una trasmissione autosomica recessiva, mentre quella dell’adulto autosomica dominante.
Il rene policistico si presenta notevolmente aumentato di volume, a superficie finemente irregolare nel neonato per le innumerevoli cisti di piccole dimensioni e bernoccoluta nell’adulto a causa delle numerose e voluminose cisti. Il contenuto di queste ultime ha solitamente un aspetto urinoso a meno che non si verifichino emorragie intracistiche che lo rendono scuro. Le vie escretrici sono deformate.
Il rene policistico del neonato è spesso associato ad altre malformazioni (sistema nervoso, apparato genitourinario, gastroenterico, scheletrico) e alla presenza di cisti in altri organi (fegato, pancreas). L’insiema di tali malformazioni comporta una sopravvivenza limitata.
Anche il rene policistico dell’adulto coesiste con cisti del fegato e del pancreas. L’insufficienza renale è lentamente progressiva ed è dovuta alla compressione da parte delle cisti e alla conseguente atrofia del parenchima renale. Sono frequenti coliche addominali e renali, ematuria e infezioni urinarie.
Un caso particolare di malattia cistica è la policistosi epatorenale giovanile che si manifesta durante l’infanzia e nella quale è prevalente il danno epatico ripsetto a quello che renale.
Non esiste una terapia per il rene policistico. Bisogna trattare l’insufficienza renale fino a dover ricorrere all’emodialisi. Il trapianto renale consentedi prolungare notevolmente la sopravvivenza.

Cisti semplice

La cisti semplice è una cavità del parenchima renale a contenuto sieroso, non comunicante col parenchima renale. Può essere unica o multipla, monolaterale o bilaterale. Si sviluppa nella parte corticale del rene e produce una promineza del suo profilo. Si sviluppa in età adulta e dopo i 50 anni circa la metà degli individui ha una o più cisti renali.
Le dimensioni variano da 1 a 10 o più cm.
In genere è asintomatica a meno che non raggiunga dimensioni notevoli dando senso di peso al fianco, o non si verifichi un’emorragia al suo interno o la rottura.